domenica 20 maggio 2012

La torta della fortuna


Questa ricetta me l'ha inviata il mio papà, trascritta sulla base di quella che fa mia mamma, a cui l'ha data una cara amica di famiglia, a cui non so chi l'abbia data...
oltre alla ricetta ho ricevuto in un bicchierino l'impasto 'madre', che si ottiene dall'impasto di una torta precedente e che quindi anch'esso arriva da mia mamma, l'amica di mia mamma, e così via.... chissà chi è la prima che ha fatto la prima torta!?? ... affascinante immaginare il composto di questo bicchierino in quante cucine diverse ha creato torte (e fortuna)!!

L'idea mi è sembrata molto carina, la torta anche molto buona, si prepara in 10 giorni, e naturalmente bisogna prevedere un po' di impasto in più da condividere con altre amiche (o per fare altre torte) e diffondere la 'fortuna' !




Procedimento:
Non usare mai il frullino elettrico. Si inizia sempre di domenica. Non mettere il composto in frigorifero. 
Per fortuna si intende, anche guarigione fisica e spirituale.


DOMENICA 1° giorno: versare il composto del bicchiere in una terrina, aggiungere un bicchiere di farina e uno di zucchero, coprire con carta stagnola senza mescolare.





LUNEDI’ 2° giorno: mescolare e coprire (resistere alla tentazione di frullare il tutto: inevitabilmente rimarranno dei grumi perché la pasta madre è poca rispetto alla farina e allo zucchero aggiunti - io mi sono aiutata con una forchetta per 'spezzettare' il più possibile i grumini)




MARTEDI’ 3° giorno: non fare niente e non toccare
MERCOLEDI’ 4° giorno: non fare niente e non toccare
GIOVEDI’ 5° giorno: aggiungere un bicchiere di farina, uno di zucchero e uno di latte. Non mescolare e non coprire.




VENERDI’ 6° giorno: mescolare tutto e coprire.
SABATO  7° giorno: non fare niente e non toccare.
DOMENICA 8° giorno: non fare niente e non toccare.
LUNEDI’ 9° giorno: non fare niente e non toccare.
MARTEDI’ 10° giorno: togliere tre bicchieri di impasto (per tre famiglie di cui si vuole la fortuna). 




Aggiungere al poco impasto rimasto due bicchieri di farina, un bicchiere di zucchero, un bicchiere di olio di semi, due uova, (*un hg di nocciole sbriciolate, una mela a pezzettini), una bustina di lievito per dolci e un pizzico di sale.
*oppure qualsiasi frutta, scaglie di cioccolato e noci




Mescolare bene e cuocere la torta in forno a 170 gradi per 40 minuti. 






(fin qui tutto bene, il problema è stato al momento di assaggiarla: ASSOLUTAMENTE IMMANGIABILE, dentro era crudissima !!! Vera delusione!! Ho provato a rimetterla nel forno per altri 40 min, ad abbassare la temperatura a 150° ... ma niente! Alla fine si è solo indurita ai bordi, e all'interno è rimasta comunque cruda !!!


Tanto per la cronaca, anche quella di mia madre (che l'ha rifatta in contemporanea) è finita dritta nella pattummiera!


Che dire, proverò a passare i bicchierini di pasta madre ad altre amiche e vedrò se saranno più brave... ma a qualcuno è mai riuscita mangiabile questa torta????????????????????????  


Non vorrei che la fortuna fosse proprio riuscire a farla !!!!  ; - )

_____________________________________________________________
Nella precurscucina ho utilizzato:
Sottopiatti: set de table, Grain de Couleur, collection 48 heures (vedi post Table trompe l'oeil)
Bicchieri: Leonardo, collezione Pisa

3 commenti:

  1. Ciao ciao, io l'ho fatta ca. 7 anni fa e ti posso dire che era buona, ora ho riavuto la fortuna di ricevere la pasta madre, quindi la rifarò, l'Amica che mi ha donato la pasta l'ha portata e ti assicuro che era buonissima, l'unica differenza tra la mia ricetta e la tua è che io la inforno a 180°, forse 10° fanno la differenza.
    Spero prova a rifarla.
    Ciao un abbraccio Nathy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nathy, ma che bello leggere che tu 6 riuscita!! Proverò sicuramente a aumentare la temperatura ( se mai mi capiterà di recuperare della pasta madre). Incrociamo le dita!!!!! Grazie x il consiglio.

      Elimina
  2. io volevo rifare l'impasto madre...come deo fare? che ingredienti devo mettere?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...