sabato 20 luglio 2019

Guarda che luna... guarda che mare... guarda che luna di vetro di mare ....



Il 20 luglio 1969 l'uomo metteva per la prima volta piede sulla Luna,  
e nel cinquantenario di questo giorno speciale 
La Precurstice si è invece occupata di preservare un pochino il nostro di pianeta, 
raccogliendo un po' di rifiuti dalle nostre spiagge.

Il Vetro di Mare è uno di questi, 
ma è talmente bello, che chiamarlo rifiuto è fuori luogo,
tra l'altro... non sembra proprio uno spicchio di luna?

Per chi non lo sapesse il vetro di mare è nient'altro che frantumi
di bottiglie, boccette, ampolle e contenitori di vetro vari
che nei decenni sono stati trasportati dalle onde,
scaraventati su sabbia e scogli
e limati dalle tempeste sono arrivati fino alle nostre spiagge.

C'è chi si diverte a raccoglierli, chi li colleziona, chi ci fa gioielli,
quadretti, piastrelle, e chi li considera solamente dei rifiuti.

A me piace l'idea di provare a dargli una seconda vita:

quindi... 


i Vetri di Mare raccolti sono disponibili 

affrettatevi a liberarmene prima che io sia costretta 
a farmi venire qualche idea creativa con cui tormentarvi!



E per chi passasse da Torino, 
e volesse lasciarsi trasportare un po' nella magia del nostro magico satellite,
è visitabile fino all'11 novembre 2019
a Palazzo Madama, Piazza Castello












Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...